Navigare Facile

Lorenzo Ghiberti

Lorenzo Ghiberti

Lorenzo Ghiberti (Firenze 1378-1455) assunse un ruolo importante nell'ambito della scultura italiana del quindicesimo secolo. Esordì in qualità di scultore nel 1401 al tempo del concorso per la porta del Battistero di San Giovanni a Firenze.

Il Sacrificio di Isacco fu per l'appunto realizzato in occasione di tale evento e attualmente è conservato all'interno del Museo del Bargello a Firenze; in bronzo, questa formella rappresenta sulla sinistra un asino con due servitori e a destra Abramo con in mano un coltello puntato contro Isacco. Sempre sulla destra, ma in alto, compare l'angelo di Dio che tenta di frenare Abramo. La formella si aggiudicò la vittoria al concorso.

Ghiberti si dedicò inoltre all'esecuzione di tre statue bronzee per la nicchia esterna della Chiesa di Orsanmichele, quella di San Giovanni Battista realizzata tra il 1412 e il 1415, di San Matteo alla quale lavorò tra il 1419 e il 1422 e di Santo Stefano compiuta tra il 1425 e il 1429.

Tra il 1425 e il 1452 lo scultore ha dato vita alla Porta del Paradiso, la porta est del Battistero di Firenze, annoverata tra le maggiori opere rinascimentali mai eseguite. Si sviluppa su dieci pannelli quadrati ognuno dei quali descriventi narrazioni sacre.

La sua attività di scultore, per la quale Ghiberti è maggiormente conosciuto, ha goduto di ampia fortuna grazie alle doti tecniche affinate compiendo il mestiere di orafo.

 

Dove